Crea sito

Ospedaletti (IM), Cappella di S. Erasmo

In Ospedaletti (IM), la Cappella di S. Erasmo, patrono dei marinai, alla cui confraternita il piccolo edificio rimane affidato, era inizialmente dedicata a S. Giovanni Battista , la cui denominazione passò alla nuova Chiesa Parrocchiale del borgo, terminata nel 1825. S. Erasmo, quando era ancora S. Giovanni Battista, l'11 febbraio del 1814 ospitò il Papa Pio VII che, tornando dalla prigionia a cui lo aveva ridotto in Francia Napoleone I, vi fece una sosta. Il Pontefice, accolto da una folla entusiasta, diede la benedizione. In memoria di quella visita, che forse è l'unica resa da un Papa alla cittadina, fu eretta presso la torre una croce di legno, ora spostata in luogo meno esposto alle intemperie. Si possono, forse,  riassumere diverse vicende storiche relative alla Cappella e al comune di Ospedaletti, citando Wikipedia: "L'origine del paese (Ospedaletti) risale agli albori del XIV secolo quando un nobile provenzale, Fulcone di Villaret, Gran Maestro dell'Ordine Gerosolimitano di San Giovanni, ordine dei cavalieri custodi del Santo Sepolcro, venne sorpreso, insieme al suo equipaggio diretto dalla Palestina alla Francia, da una tremenda tempesta nel golfo ligure. La nave affondò, ma il nobile e la sua flotta si salvarono e approdarono a nuoto sulla spiaggia del Giunchetto (più a ponente, nella vicina Bordighera). Scampati alla furia del mare, decisero di ringraziare San Giovanni, erigendo una cappella. Oltre alla chiesa, i crociati, che in seguito assunsero il nome di Cavalieri di Rodi, costruirono un ospizio per fornire assistenza ai pellegrini che si recavano in Terra Santa.  Da questo ospizio discenderebbe il nome di Ospedaletti..."
In Ospedaletti (IM), la Cappella di S. Erasmo, patrono dei marinai, alla cui confraternita il piccolo edificio rimane affidato, era inizialmente dedicata a S. Giovanni Battista , la cui denominazione passò alla nuova Chiesa Parrocchiale del borgo, terminata nel 1825. S. Erasmo, quando era ancora S. Giovanni Battista, l’11 febbraio del 1814 ospitò il Papa Pio VII che, tornando dalla prigionia a cui lo aveva ridotto in Francia Napoleone I, vi fece una sosta. Il Pontefice, accolto da una folla entusiasta, diede la benedizione. In memoria di quella visita, che forse è l’unica resa da un Papa alla cittadina, fu eretta presso la torre una croce di legno, ora spostata in luogo meno esposto alle intemperie. Si possono, forse, riassumere diverse vicende storiche relative alla Cappella e al comune di Ospedaletti, citando Wikipedia: “L’origine del paese (Ospedaletti) risale agli albori del XIV secolo quando un nobile provenzale, Fulcone di Villaret, Gran Maestro dell’Ordine Gerosolimitano di San Giovanni, ordine dei cavalieri custodi del Santo Sepolcro, venne sorpreso, insieme al suo equipaggio diretto dalla Palestina alla Francia, da una tremenda tempesta nel golfo ligure. La nave affondò, ma il nobile e la sua flotta si salvarono e approdarono a nuoto sulla spiaggia del Giunchetto (più a ponente, nella vicina Bordighera). Scampati alla furia del mare, decisero di ringraziare San Giovanni, erigendo una cappella. Oltre alla chiesa, i crociati, che in seguito assunsero il nome di Cavalieri di Rodi, costruirono un ospizio per fornire assistenza ai pellegrini che si recavano in Terra Santa. Da questo ospizio discenderebbe il nome di Ospedaletti…”

Pubblicato da Adriano Maini

Scrivo da Bordighera (IM), Liguria di Ponente.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: