Crea sito

Un vecchio tema sullo sport

Ripensando ad un tema (o componimento per un concorso), incentrato sullo sport, dell’anno scolastico 1964/65, quando ero in V^ Ginnasio, mi sono venute in mente alcune riflessioni, alle quali ho subito affiancato idealmente immagini dei campi del Tennis Club di Bordighera, fondato nel 1878, di cui, in quest’epoca di intenso revival, compaiono anche sul Web diverse datate cartoline. Soffermandomi un attimo su quello scritto, aggiungo che con l’ingenuità tipica di ragazzi dell’epoca vi andavo a perorare la necessità di costruire in Italia tanti impianti per consentire la diffusione di massa delle attività motorie e concludevo auspicando correttezza e lealtà nelle gare.
In quel periodo nella nostra zona le strutture erano veramente poche, così come nel resto del Paese.

tema.sport

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Non sapevo ancora che di lì a poco avrei vissuto una breve stagione nell’atletica, che mi consente ora qualche digressione curiosa. Dato che l’unico campo attrezzato era quello di Imperia, per la corsa (per fare il fiato, almeno) ci si allenava spesso per strada. Essendo la mia società di Sanremo, ci saremmo in quel periodo sognati la pista realizzata da poco da Ospedaletti (qui, con qualche interruzione ancora), passando per la città della canzone, sin quasi alle porte di Imperia sul tracciato della vecchia ferrovia! E se scaldavo da solo le gambe vicino a casa venivo guardato come un tipo originale: non erano ancora i tempi del footing di massa!Vedendo la piscina di Bordighera, devo sottolineare che le cose sono cambiate in bene anche qui da noi. Rammento, poi, di aver letto che alla base di tanti successi ufficiali italiani nel nuoto ci sia il continuo avviamento, anche per motivi di salute, di tanti bambini a questa disciplina da parte delle loro famiglie.
I rinnovati campi da calcio e da tennis in zona Peglia di Ventimiglia sono un altro esempio delle opere costruite in tutti questi anni da queste parti.  Per non citare la moderna pista di atletica realizzata, con tanto di rettangolo verde per il foot-ball, gradinate, spogliatoi ed altro ancora, in Zona Braie di Camporosso, dove una volta esisteva un modesto campo di aviazione.
Non posso dimenticare infine le tante palestre private, frequentate da persone di tutte le età.
Non intendo allungare oltre il discorso, ma voglio formulare almeno un accenno ad aspetti sociali, quali quella moda che impone di essere giovanili, belli, prestanti ad ogni costo, ed al fatto che, nonostante il gran numero di impianti realizzati, la piena soddisfazione di una sana pratica fisica di massa, per fattori complessi, tra cui a volte le spese da sostenere comunque, sia ancora ben lungi da arrivare.
La sportività, invece, intesa in senso largo, che mi é rimasta tanto cara come da ragazzo, credo sia diventata nelle competizioni ad alto livello merce sempre più rara. Qualche volta anche a livello amatoriale.

Pubblicato da Adriano Maini

Scrivo da Bordighera (IM), Liguria di Ponente.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: