Crea sito

Qualche cenno sulla Ventimiglia del Medio Evo

I Conti di Ventimiglia estesero il loro dominio alla valle del Maro, uno dei due corsi d’acqua principali che concorrono a formare il torrente Impero: qui si radicarono profondamente e costituirono un feudo destinato a durare per parecchi secoli.

L’espansione dei Conti di Ventimiglia non si rivolse però solo verso le valli liguri: parallelamente estesero la loro influenza a occidente, a Luceram (nell’alta valle del Paillon alle spalle di Nizza), e di qui alla valle della Vesubia, e forse alla Tinea e alla val de Blore. Né va dimenticata la presenza avvolgente dei marchesi Clavesana nell’”‘hinterland” delle comunità liguri ponentine, avvertibile in una politica volta a tagliare e condizionare gli espansionismi politico-economici dei centri costieri, secondo un indirizzo svolto poi con maggior fortuna dai Del Carretto. Nelle vicine valli dell’entroterra di Nizza, sono sintomo dell’analoga importanza delle traverse la distribuzione e l’assetto delle signorie minori, nonché l’ubicazione delle presenze degli ordini militari e ospitalieri.

Nella bolla Religiosam vitam del 1246 alcune chiese compaiono citate per la prima volta, altre ci sono già note, ma con diverso rapporto rispetto all’abbazia; alcune, come quelle della diocesi di Nizza, le troviamo già documentate nell’XI secolo, altre solo nel XII.

Bergegio è l’antico nome di San Dalmazzo di Tenda che in tale veste è citato spesso nei documenti del XII e XIII secolo ed era una località importante per le comunicazioni con Entraque e con l’alta valle dell’Argentina. Chi, disceso dal colle del Sabbione, si trovava al San Dalmazzo de Bergegio, veniva “proiettato” nel vasto comprensorio di Briga.

Ulteriore utile confronto è quello con lo stanziamento degli ordini militari e ospedalieri e con le strutture viarie e religiose: i cartogrammi dimostrano il costante ripetersi di simili situazioni demopolitiche in un ampio arco diacronico.

 

da Cultura Barocca

Pubblicato da Adriano Maini

Scrivo da Bordighera (IM), Liguria di Ponente.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: